Viaggiare in Madagascar: un sogno unico

Chiudete gli occhi e immaginate un posto che non esiste.
E se vi dicessi che vi sbagliate?

Il Madagascar è un’isola unica al mondo, in cui la natura è protagonista incontaminata di un posto dove il tempo sembra essersi fermato.
Grande quasi due volte l’Italia, l’isola rossa è circa 400 Km dal continente africano

La cultura malgascia è un mix di tradizioni lontane e vicine fatte da riti e credenze, musica e danze dove si possono ritrovare tratti asiatici e tratti africani africani. La bellezza di quest’isola è che non è né Africa né oriente, ma da entrambe queste influenze conserva alcuni tratti, tradizioni e cultura all’interno delle 18 etnie.

Tutto in Madagascar si presenta come un enorme arcobaleno: il verde della natura rigogliosa e l’azzurro del mare e dei suoi fiumi, il rosso della terra e dei carretti trainati dagli zebù. E le mille sfumature che ogni angolo raccoglie.

La separazione geologica dal continente africano in tempi molto lontani, ha contribuito allo sviluppo di una natura senza pari al mondo: lemuri e camaleonti, cosi come numerose specie di piante endemiche riempiono uno dei territori più ricchi al mondo per biodiversità.
Per fortuna il turismo non ha ancora messo piede in modo massiccio; per questo lo spirito dei viaggiatori del Madagascar deve essere all’insegna della scoperta.

I malgasci vi ripeteranno che ogni cosa va fatta ‘mora mora’ (ossia ‘piano piano‘) per godersi l’essenza di questo posto unico.

Alla scoperta delle meraviglie di quest’isola

5 ragioni per visitare ora il Madagascar

  1. LA FAUNA E LA FLORA ENDEMICA: fauna e flora del Madagascar rappresentano una ricchezza incomparabile e inestimabile. Non a caso l’isola è considerata da esperti e scienziati come un santuario della natura
  2. ALLOGGI ECCEZIONALI CIRCONDATI DALLA NATURA: l’isola offre possibilità di alloggio per tutti i gusti ed esigenze: casette, piccoli alberghi, lodges, alberghi moderni
  3. IL POPOLO ADORABILE E LA SUA CULTURA AFFASCINANTE: 23 milioni di abitanti, perlopiù popolazione rurale che vive essenzialmente con un’agricoltura di sussistenza. Scoprire le attività agricole e la vita dei villaggi è un modo unico di entrare nelle tradizioni e nel patrimonio del Madagascar
  4. I PAESAGGI MOZZAFIATO: i villaggi, le città, le diverse aree, i parchi naturali. Sono così tanti i siti turistici che non sono sufficienti 6 mesi per visitarli tutti
  5. ATTIVITA’ PER TUTTI I GUSTI: immersioni, pesca sportiva, surf e kite surf, birdwatching, trekking e tanto altro: l’isola offre tantissime possibilità di vivere la propria vacanza in famiglia o tra amici

5 cose da sapere prima di partire per il Madagascar

  1. DOCUMENTI e VISTI: per entrare in Madagascar è necessario il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi (per i minori è necessario il passaporto individuale). È indispensabile che il passaporto abbia almeno una pagina in bianco per il Visto che dovrà essere fatto all’arrivo in aeroporto pagando 35€. L’importo potrebbe subire variazioni in qualsiasi momento, in quanto strettamente legato al tasso di cambio dell’Ariary, la moneta locale.
  2. LINGUA e FUSO ORARIO: la lingua ufficiale è il malgascio tuttavia ogni provincia e ogni etnia pratica il proprio dialetto. La lingua straniera più diffusa è il francese, che viene comunemente parlato sia negli uffici pubblici che negli alberghi. Inglese e Italiano non sono tanto diffusi nell’isola. Il Fuso Orario è di 2 ore in più durante l’ora solare e 1 ora in più durante l’ora legale.
  3. TELEFONIA E INTERNET, CORRENTE ELETTRICA: in Madagascar funzionano i cellulari con le sim di tutti gli operatori italiani anche se i costi delle chiamate sono altissimi. Il consiglio, per chi pensa di ricevere ed effettuare molte chiamate, è di acquistare all’arrivo una scheda SIM locale da inserire all’ interno del proprio telefono cellulare, in quanto i costi sono decisamente inferiori. Quasi tutti gli Hotel hanno connessione internet Wi-Fi (spesso però decisamente lenta) Il voltaggio è di 220 V. Le prese sono progettate per l’uso di spine bipolari di tipo europeo. Nelle città principali l’energia viene erogata 24 ore su 24, mentre nelle zone più remote è ancora difficile avere questo servizio: molte strutture alberghiere infatti utilizzano dei generatori. Sono frequenti le interruzioni di corrente elettrica generali.
  4. VACCINAZIONI: la malaria non è molto diffuso, sebbene presente in alcune aree remote. In ogni caso meglio evitare il contatto con le zanzare usando repellenti, indossando vestiti lunghi e evitando in particolare di uscire di casa al calar della sera. Il TIFO è abbastanza presente in Madagascar per cui è consigliato vaccinarsi. Prima di partire è bene vaccinarsi contro l’epatite A e verificare la validità dell’antitetanica. Per tutte le informazioni dettagliate visitate ViaggiareSicuri.it.
  5. IL PERIODO MIGLIORE PER VISITARE IL MADAGASCAR: essendo un paese estremamente vasto e variegato, l’isola presenta condizionano che variano in relazione alle varie zone. L’estate è il periodo migliore per ogni attività: si avvistano le balene, i parchi e le spiagge presentano le condizioni migliori e il clima è costante. Da Aprile finisce la stagione delle piogge e si può viaggiare senza problemi evitando l’affollamento dell’alta stagione. Da Dicembre a Marzo è il periodo migliore per esplorare le zone a sud, più aride e al riparo dalle piogge.
Raggiungere il Madagascar in aereo

Tutto è possibile in questo soggiorno unico che vi aspetta!

Vuoi scoprirne di più?
Contattaci oppure visita il sito ufficiale del turismo del Madagascar